Vigilanza privata, operatori in pericolo costante: urge una riforma del settore

Roma -

Roma, Eurospin di via Corleone, venerdì 20 agosto. Questa volta vittima di un’aggressione a mano armata è stato un vigilante al lavoro all’Eurospin di Borgata Finocchio, periferia est della capitale.

La guardia in servizio al supermercato era intervenuta per impedire l’ingresso a un cliente privo della mascherina di protezione. Il vigilante, dopo aver spiegato le ragioni del divieto, ha invitato l’utente a uscire dal negozio. Il diniego non è andato giù al cliente che poco dopo ha fatto ritorno al supermercato armato di pistola e ha esploso un colpo contro la guardia. Per fortuna, la guardia ha schivato la pallottola, che ha infranto una vetrina, mentre l’aggressore si dava alla fuga. Le forze dell’ordine, grazie alle registrazioni delle videocamere di sicurezza e ai numerosi testimoni presenti, hanno individuato e fermato l’aggressore.

Assistiamo ancora una volta a episodi di violenza ai danni di uomini e donne che giornalmente adempiono al proprio lavoro nel settore della sicurezza. Comportamenti che partendo dai ricorrenti diverbi sfociano, sempre più spesso, in episodi di violenza e atti criminosi. Manca o è in decadenza la cultura del rispetto delle regole, anche per via del linguaggio violento diffuso attraverso i media da una politica che, troppo spesso, incoraggia le masse a disattendere gli obblighi, soprattutto in occasione dei provvedimenti relativi all'emergenza pandemica.

Siamo ancora una volta ad invocare l’intervento delle istituzioni affinché adottino efficaci soluzioni per garantire maggiore sicurezza agli operatori della vigilanza privata che ogni giorno, nell’esercizio delle proprie mansioni, rischiano la propria incolumità.

L’assenza del riconoscimento di un adeguato status giuridico e di regole operative corrispondenti all’evoluzione dei servizi oggi a loro assegnati sono le principali cause del clima di incertezza nel quale si opera. Continuiamo ad insistere e lottare affinché una riforma del settore sia possibile.

 


USB Vigilanza

Questo sito usa i cookie

Questo sito utilizza cookie propri e di terze parti per migliorare la tua navigazione, per analisi statistiche sull’utilizzo del sito in forma anonima e per usufruire dei servizi di terzi quali la visualizzazione di video e la condivisione dei contenuti sulle principali piattaforme social. Se vuoi saperne di più clicca sul link “Ulteriori informazioni”. Cliccando su "Abilita Cookie", presti il consenso all'uso dei cookie. I cookie tecnici saranno comunque utilizzati