Solidarietà USB alla Casa delle Donne - Lucha y Siesta

Roma -

L'Unione Sindacale di Base esprime piena solidarietà alla Casa delle donne – Lucha y Siesta che in questi giorni ha ricevuto la comunicazione della messa in vendita dello stabile da parte di ATAC.

In una città in costante perdita di spazi sociali, sotto attacco delle politiche di privatizzazione e del profitto,  l'attacco a Lucha y Siesta – che segue di poco quello alla Casa Internazionale delle Donne - appare ancora più insopportabile in virtù del prezioso lavoro a sostegno delle donne che hanno scelto di intraprendere percorsi di fuoriuscita dalla violenza o vittime di tratta.

Proprio l’Atac nel suo piano di rientro industriale ha deciso di dismettere gli edifici in “disuso” sul territorio del Comune di Roma. La dismissione del patrimonio immobiliare di proprietà di Atac serve per andare a coprire un bilancio in perdita dovuto ad anni di ruberie e sperperi che oggi oltre a ricadere sulle migliaia di lavoratori e lavoratrici vanno ad attaccare spazi liberati dal degrado e dall’abbandono che, come nel caso di Lucha, hanno colmato un vuoto nel sostegno alle donne di cui le istituzioni scelgono scentemente di non occuparsi. 

Lo stabile di Via Lucio Sestio è, quindi, in disuso per loro! 
Non certo per tutte le donne che in questi anni hanno attraversato lo spazio ottenendo supporto indiscriminato e a costo zero.

Per questo motivo la lotta di “Lucha y Siesta” è anche la nostra lotta e continueremo a sostenerla al fianco delle attiviste e delle centinaia di donne che hanno attraversato lo spazio in quasi dieci anni di attività.


USB – Confederazione di Roma

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni