OSPEDALE PERTINI: LAVORATORI MA.CA. OTTENGONO INCONTRO CON LA REGIONE LAZIO

"La scelta di subappaltare servizi come quelli della pulizia e della sanificazione delle strutture ospedaliere resta una scelta scellerata”

Roma -

Durante la manifestazione di stamani al Sandro Pertini di Roma, in cui una quindicina di lavoratori erano saliti sul tetto della stabile A dell’ospedale, per denunciare i continui ritardi nel pagamento dello stipendio e delle precarie condizioni igienico-sanitarie nelle quali sono costretti ad operare, la Regione Lazio ha acconsentito ad un incontro.

 

Il dott. Egidio Schiavetti, della Direzione Regionale Salute e Politiche Sociali della Regione Lazio, ha convocato per domattina l'Usb per i 120 lavoratori che versano in condizioni disperate.

 

Una volta strappato ottenuto l'incontro con la Regione, i manifestanti sono ridiscesi e hanno continuato a presidiare ed informare i cittadini all’entrata dell’ospedale. “La scelta di subappaltare servizi come quelli della pulizia e della sanificazione delle strutture ospedaliere resta una scelta scellerata” dichiara Fabiola Bravi. “Spesso le società committenti non sono in grado di garantire verifiche e ispezioni puntuali. Nella giungla degli appalti le aziende riescono a non pagare i lavoratori e a fornire un servizio pessimo e scadente, che può mettere a rischio la salute di operatori e utenti.

 

Auspichiamo che nell'incontro di domani la Regione Lazio si assuma le proprie responsabilità, a salvaguardia dei cittadini e degli operatori che prestano questo servizio fondamentale” conclude Bravi.

 

 

Usb Pulimento

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni