La Regione Lazio a USB: i fondi del Decreto Rilancio saranno usati per assumere altri infermieri della graduatoria del Sant’Andrea

Roma -

Nell' incontro di martedì 16 giugno con l’assessore al Lavoro Di Berardino e l’assessore allo Sviluppo economico Ornelli, in concomitanza con il presidio USB sotto la Regione Lazio, abbiamo esposto la nostra posizione sulla ricostruzione del Servizio sanitario regionale chiedendo ulteriori delucidazioni in merito alle assunzioni degli infermieri idonei della graduatoria del Sant’Andrea e ricordando la gravosa esternalizzazione degli OSS nella nostra Regione.
Gli assessori hanno asserito di condividere in parte la nostra proposta di ricostruzione della rete territoriale sanitaria, hanno confermato che i fondi stanziati dal Decreto Rilancio per l’assunzione con contratti a termine degli infermieri verranno usati invece per assumere ulteriori idonei (come da proporzione prevista nello stesso decreto) della graduatoria del Sant’Andrea in tempi brevi. Riguardo la situazione degli OSS, come già avevamo proposto in altre interlocuzioni con l’assessorato alla Sanità, abbiamo ribadito la necessità di bandire un concorso che riconosca un punteggio proporzionale agli anni di servizio svolti in appalto, esattamente come previsto dalla LR 4/2017, legge che nonostante il parere positivo del Consiglio di Stato, ad oggi non è stata ancora formalmente inserita nei concorsi già usciti ( infermieri e assistenti amministrativi).
Tutto questo non basta. É necessario continuare a pressare la Regione Lazio per garantire l’esaurimento della graduatoria degli infermieri, l’assunzione di tutti gli OSS e il completo smantellamento del precariato e degli appalti nelle aziende sanitarie e ospedaliere, azioni prioritarie per poter ricostruire un sistema sanitario universale, accessibile a tutti e tutte e dignitoso per chi ci lavora.

 

USB Federazione Lazio

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni